REGOLAMENTO

ARDUES-DOJO-ITALIA


1. L'ammissione dà diritto a frequentare i soli locali della palestra che si riferiscono allo specifico corso e orario a cui si è iscritti e ad usufruire delle sole attrezzature in essi esistenti.



2. Il pagamento delle rate deve avvenire anticipatamente entro e non oltre i primi cinque giorni dall'inizio del relativo periodo. L'abbandono del corso, quale ne sia il motivo, non esonera dal pagamento della somma totale stabilita per lo stesso, che deve essere comunque integralmente pagata, nè da diritto a rimborso alcuno.



3. L'avvenuto pagamento della quota d'iscrizione e delle rate stabilite è condizione indispensabile per poter accedere alla palestra. Eventuali assenze prolungate devono essere comunicate agli istruttori.



4. Prima dell'inizio del corso l'iscritto dovrà consegnare apposito certificato medico, di vigente validità, attestante la propria idoneità alla pratica sportiva agonistica e/o non agonistica, sarà obbligo dell' iscritto o chi per lui (genitore) ricordarne la scadenza e rinnovare il certificato almeno un giorno prima della scadenza annuale.



5. Nell'uso delle attrezzature e degli impianti l'iscritto è obbligato a rispettare rigorosamente le indicazioni e prescrizioni della Direzione e degli istruttori.



6. Per tutti gli iscritti ai corsi di Ju-jitsu e difesa personale è obbligatorio l'uso delle protezioni personali come indicato dagli istruttori a protezione delle parti sensibili del corpo. La mancanza delle protezioni in caso di infortunio può pregiudicare l'efficacia dell'assicurazione prevista per gli atleti al momento dell'iscrizione.



7. L'iscritto si obbliga a non portare e a non lasciare negli spogliatoi o negli altri locali della palestra carte, valori, denaro contante od oggetti di valore, essendo consapevole che i locali stessi non sono custoditi, ed esonera altresì la palestra da ogni responsabilità per eventuali sottrazioni, distruzioni o deterioramento delle proprie cose che si dovessero verificare nella palestra stessa.



8. L'iscritto e coloro che lo accompagnano non dovranno disturbare la quiete e l'ordine della palestra, e comunque non parlare negli spazi d'ingresso.


9. In tutti i locali della palestra è assolutamente VIETATO FUMARE E BERE BEVANDE ALCOLICHE


10. La direzione si riserva il diritto di allontanare l'iscritto responsabile di gravi mancanze o di atti tali da pregiudicare la serietà dell'ambiente di studio.
11. Responsabilità 
L'iscritto esonera la palestra e i suoi dipendenti e istruttori da ogni e qualsiasi responsabilità per infortuni che dovessero occorrergli all'interno della palestra, sia prima, durante e dopo lo svolgimento del corso e per l'uso delle attrezzature, per non aver rispettato le norme di sicurezza indicate al punto 6.

12. Abbigliamento (in palestra)
- Non sono ammesse: scarpe, calzini o calze antiscivolo, collane, bracciali, orecchini
anelli.
- Possibilmente si consiglia di non indossare la maglietta; nel caso fosse ritenuta
necessaria sara' ammessa solo se di colore bianco. Per le ragazze e le donne la maglietta
e' invece consigliata.


13. Comportamento 
- E' obbligatorio il rispetto delle indicazioni del Maestro e degli istruttori.
- E' obbligatoria attenzione e collaborazione attiva durante le lezioni.
- Non sono ammessi schiamazzi e chiacchiere continue.
- E' obbligatorio il rispetto per la struttura e le cose.


14. Genitori 
- Per creare le migliori condizioni di apprendimento e' consigliato non assistere alle
lezioni oppure farlo in assoluto silenzio.
- In palestra e' consentito l'ingresso solamente al cambio di corso e limitatamente allo spazio d'ingresso. 15. Regole principali di etica sportiva 
- E' obbligatorio il rispetto per se stessi e per gli altri (scoperta dei propri limiti e miglioramento).
E' obbligatorio il rispetto per i risultati ottenuti
(propri e altrui).


16. DISCIPLINA DELLE ARTI MARZIALI 1) E' necessario rispettare rigorosamente l'orario d'inizio delle lezioni, l''atleta che non avrà frequentato almeno 33 ore non sarà ammesso agli esami di passaggio di cintura.


2) Non si può entrare in palestra se si sta eseguendo il saluto; si dovrà aspettare la fine del saluto e chiedere il permesso di entrare.


3) Quando si entra o si esce dal tatami si deve sempre eseguire il saluto.


4) Al momento di entrare in palestra le calzature e le protezioni personali vanno disposte con ordine nell'apposito spazio a bordo palestra.


5) Eventuali problemi fisici devono essere comunicati, sull'apposito modulo, al momento dell'iscrizione. Se invece subentrano in un secondo momento vanno sempre dichiarati all'insegnante.

6) Le unghie delle mani e dei piedi devono essere corte e pulite. Non si possono tenere in bocca gomme da masticare

7) I gioielli o la bigiotteria (anelli, bracciali di metallo o di stoffa, collane, orologi e oggetti vari) non possono essere indossati durante la lezione.


8) I capelli, se lunghi, vanno legati prima d'iniziare la lezione

9) La divisa (kimono o judogi ) deve essere sempre in ordine, pulita e stirata e con la cintura correttamente annodata.


10) I bambini dovranno essere in grado di legare da soli i laccetti del kimono e annodare correttamente la cintura .
11) Tutti gli allievi, ma una particolare attenzione verrà riservata ai bambini e ai ragazzi, verranno educati al rispetto delle regole e degli altri, all'ordine, educazione e cortesia e alla disciplina con impegno e severità.


12) Durante la lezione non si può uscire. Si può chiedere il permesso di assentarsi solo in casi urgenti.


13) Se necessario si potrà portare con se una bottiglietta d'acqua (al termine della lezione la bottiglietta vuota va gettata nell'apposito contenitore e non deve essere lasciata in palestra)
14) All'interno della palestra gli allievi si rivolgeranno all'insegnante con l'appellativo di Maestro. Si rivolgeranno alle altre cinture nere o a tutte le altre cinture di grado superiore con rispetto ed educazione accettando i loro consigli.


15) Bisogna tenere un comportamento rispettoso ed attento.


16) Durante la lezione si deve evitare di parlare e di disturbare gli altri, non ci si deve distrarre o distrarre gli altri .


17) Durante la lezione il telefono cellulare deve essere tenuto spento o con suoneria disattivata.


18) I genitori non potranno intervenire durante la lezione, né tantomeno intervenire sui programmi di allenamento o sull'esito degli esami.


19) GLI ESAMI NON SONO OBBLIGATORI NÉ DOVUTI: SONO UN PREMIO PER L'IMPEGNO DIMOSTRATO. PERTANTO NEL CASO IN CUI SI DECIDESSE DI PARTECIPARE AGLI ESAMI SONO RICHIESTE: FREQUENZA COSTANTE E ATTENTA, CON RISPETTO DELLE LEZIONI MINIME PREVISTE.
IN FUNZIONE ALLA PREPARAZIONE DEGLI ESAMI C'È L'OBBLIGATORIETÀ PER TUTTI I GRADI DI PARTECIPARE AI PREVISTI ALLENAMENTI EXTRA PRE-ESAME, ACCETTANDO SENZA DISCUSSIONI SIA L'ESITO DEL PRE-ESAME CHE DELL'ESAME.

20) Nello spirito associativo e aggregativo che vogliamo rappresentare e ottenere riteniamo indispensabile e quindi obbligatoria la partecipazione, durante l'anno sportivo, ad almeno due manifestazioni e/o stage se promosse dalla nostra associazione.


21) In caso di comportamento non rispettoso delle regole spetterà solo al Maestro decidere come intervenire nei confronti dell'allievo: se l'allievo non modifica il proprio atteggiamento e mantiene un comportamento scorretto potrà essere prima sospeso dalla lezione e poi espulso dalla palestra.



22) AUTORIZZAZIONE PER LA DIVULGAZIONE VIDEO-IMMAGINI N.B. Si fa presente che il rispetto delle regole suddette è nell'interesse di tutti i partecipanti ai corsi di Ju Jitsu,Street Fighter,Krav Maga e di tutte le altre discipline. Un corso serio e regolamentato non può che incontrare il favore degli iscritti. Sicuramente disciplina, rispetto, ordine, pulizia, serietà e silenzio non possono che giovare all'apprendimento delle arti marziali.



ESAMI Gli esami per il passaggio di cintura saranno eseguiti ogni tre mesi
(con periodo di frequenza minimo di ore 33 trentatré)

quindi a:
NOVEMBRE - FEBBRAIO - MAGGIO - AGOSTO (il giorno verrà deciso nel mese precedente e la lezione sará dedicata esclusivamente agli esami). Chi per qualsiasi motivo non riuscirà a sostenere l’esame entro tre mesi dovrà aspettare i tre mesi successivi. I casi ed eventi straordinari e/o eventuali variazioni saranno a discrezione esclusivamente del MAESTRO
Con i ringraziamenti della DIREZIONE A.D.I. e il Maestro Gianese Ardues